Probiviri

STATUTO DELLA ASSOCIAZIONE ITALIANA INFORMATION SYSTEMS AUDITORS

Capitolo della Information Systems Audit and Control Association

Art. 4 – Per l'ammissione a socio sono richieste:

1. la presentazione di una domanda dell'interessato che deve indicare oltre ai datii anagrafici

2. anche il proprio curriculum professionale.

3. L'accettazione espressa degli scopi associativi e delle altre norme che regolano la vita associativa come definito dallo Statuto

4. Il pagamento della quota associativa.

Il Consiglio Direttivo, sentito il parere del Comitato dei Probiviri delibera sull'ammissione del nuovo socio.

Il Consiglio Direttivo può anche nominare all'unanimità soci "Onorari".

I soci onorari non hanno diritto di voto nell'Assemblea e non possono coprire cariche sociali.

 

 

Art. 7bis Art. 7bis - Il socio il cui comportamento costituisca grave pregiudizio per il perseguimento degli scopi dell'Associazione é oggetto di richiamo formale con provvedimento assunto a maggioranza dal Consiglio Direttivo, sentito il socio interessato.

Qualora il comportamento censurato si dovesse ripetere, il socio é oggetto di provvedimento di esclusione dall'Associazione.

Il provvedimento di esclusione é assunto con la maggioranza dei 2/3 dei membri del Consiglio Direttivo ottenuto il parere favorevole del Comitato dei Probiviri e valutate le ragioni espresse dallo stesso socio interessato.

Il parere del Comitato dei Probiviri é emesso, sentito il socio interessato, a conclusione di una indagine sui motivi che giustificano la suddetta esclusione.
 

ORGANI

Art. 8 - Organi dell'Associazione sono:

a) L'Assemblea

b) Il Consiglio Direttivo

c) Il Presidente

d) I Vice Presidenti

e) Il Segretario

f) Il Tesoriere

g) Il Comitato dei Probiviri

 

Gli organi dell'Associazione durano in carica tre anni e scadono il 31 dicembre del terzo anno del mandato.

Sono eleggibili ai rispettivi uffici per non più di due mandati consecutivi:

Il Segretario

Il Tesoriere

 

Sono eleggibili ai rispettivi uffici per non più di tre mandati consecutivi:

Il Presidente

I Vicepresidenti

I membri del Comitato dei Probiviri:

- Giancarlo Butti

- Leonardo Nobile

- Viscosi Edoardo

Scrivi ai Probiviri

 

Art. 10 - L'Assemblea in seduta ordinaria:

 a) nomina il Consiglio Direttivo e stabilisce il numero dei suoi componenti effettivi;

 b) approva il rendiconto;

 c) nomina il Comitato dei Probiviri;

 d) delibera sull'operato del  Consiglio Direttivo;

 e) può nominare a maggioranza un Presidente onorario;

 f) può delegare il Consiglio Direttivo a nominare un Comitato Scientifico con funzione consultiva su specifiche materie o mansioni.

 

Art. 13 – Salvo diversa deliberazione dell'Assemblea, il Consiglio Direttivo é composto da 11 membri.

Il Consiglio Direttivo é eletto dall'Assemblea mediante l'espressione di un numero massimo di preferenze non superiore ai due terzi del numero di componenti da eleggere.

Sono eleggibili i candidati elencati nella scheda di voto.

Il Consiglio Direttivo uscente o, in mancanza, il Comitato dei Probiviri cura la raccolta delle candidature e organizza le elezioni.

Hanno diritto a candidarsi quali membri del Consiglio Direttivo tutti i soci effettivi:

 

- in regola con il pagamento delle quote sociali,

 

-    iscritti all'Associazione da almeno tre anni.

 

Le cariche associative di Presidente, Vice Presidente, Segretario e Tesoriere sono conferite dal nuovo Consiglio Direttivo nella prima riunione e sono deliberate con voto segreto dei consiglieri.

Nel caso in cui un membro del Consiglio Direttivo cessi dalla carica per rinuncia, il Consiglio Direttivo può nominare un sostituto attingendo all'elenco dei candidati al Consiglio Direttivo votati nell'ultima elezione, secondo l'ordine stabilito dal numero di preferenze ricevute.

Quando un membro del Consiglio Direttivo non adempia attivamente e in via continuativa agli  incarichi assegnati, il Consiglio Direttivo, con la maggioranza dei 2/3 degli aventi diritto può emettere un richiamo formale nei confronti dell'interessato.

Qualora il comportamento censurato si dovesse ripetere, l'interessato può essere oggetto di provvedimento di sospensione.

Il provvedimento di sospensione è assunto dal Consiglio Direttivo, con la maggioranza dei 2/3 dei membri del Consiglio Direttivo medesimo, sentito il parere del Comitato dei Probiviri.

A seguito della sospensione il Consiglio Direttivo può nominare un sostituto con le modalità stabilite nel settimo comma.

L'Assemblea Ordinaria dovrà deliberare sulla ratifica dei provvedimenti  di sospensione adottati.

 

Art. 23 bis.- Il Comitato dei Probiviri è costituito da 3 soci non aventi altre cariche sociali eletti dall'Assemblea ordinaria fra coloro che abbiano maturato una anzianità nell'Associazione di almeno 5 anni. Ogni associato AIEA può sottoporre al Comitato dei Probiviri una richiesta di parere su fatti inerenti l'AIEA per una loro valutazione di conformità al presente Statuto o al Regolamento esecutivo.

 Il Comitato dei Probiviri delibera a maggioranza entro 60 giorni dalla richiesta e comunica le proprie deliberazioni al Presidente e all'Assemblea. Ai fini delle indagini di cui agli articoli 7bis e 13 il Comitato osserva regole di imparzialità e rispetta il diritto di difesa.
Il Comitato dei Probiviri conserva nel proprio registro le richieste di parere ricevute, i nomi delle persone sentite e le delibere emesse. La valutazione espressa dal Comitato dei Probiviri riguarda la conformità o non conformità allo Statuto e al Regolamento Esecutivo dei fatti sottoposti. Il Comitato dei Probiviri non ha potere autonomo di iniziativa.
Il Comitato dei Probiviri decade dal proprio ufficio qualora manchi la pluralità dei propri membri ovvero adempia agli obblighi di cui agli articoli 7 bis e 13 con ritardo superiore a 6 mesi.

Alla scadenza del mandato, o nei casi di decadenza o rinuncia anche di un solo membro del Comitato del Probiviri, il Presidente, entro 45 giorni, convoca l'Assemblea per i conseguenti adempimenti statutari.